L’estate addosso (ma con sotto il parka) / L’été sur moi (mais avec le parka en dessous)

Ici on parle français (je vais essayer)

L’estate è farsi bastare uno zaino da campeggio per partire perché non ci sono maglioni e cappotti che pesano.
È mangiare all’aperto con la pelle baciata dal sole e nell’aria la Nivea spalmata a quintali.
È l’aperitivo al Panis Beach,  due morsi alla pizza paesana al ritmo di reggae e la cipolla tra i denti, mentre il sole si tuffa nel mare e il cielo è in tinta con il mio Aperolcedrata pieno di ghiaccio.
È fare il bis di parmigiana fumante di mamma (che spaccia per antipasto) mentre il termometro registra 38 gradi all’ombra. “Mangia, che tanto è verdura“, dice lei.

L’estate è la sveglia all’alba con i botti a rischio infarto che ricordano a tutti che è Ferragosto e che qualche ora dopo i fuochi d’artificio (di mattina sono un’esplosione di colori indescrivibili) fanno scappare in ogni direzione uccelli e cani terrorizzati, e trasformano il paesello nel set di un film di azione. Al posto di Bruce Willis, però, in una nuvola di fumo che puzza di carta bruciacchiata, ci sono la statua della Madonna in processione e la banda che suona.

L’estate è il giornalista-in-trasferta che sbuffa perché al Valloncello non c’è mai parcheggio “manco fossimo a Milano” e Diego che gioca, grida in strada e si sporca la mani, senza Ipad, come facevo io da bambina (quando il passatempo digitale erano al massimo le pagine del televideo).

L’estate è svegliarsi la mattina e bere il caffé in otto puntate interrotte da svariate pause pubblicitarie (credo che smetterò di pagare il canone) perché il campanello suona in continuazione: sorella, cognato, nipoti, cugini, zie, quelli della proloco che chiedono l’offerta per il “cantante” la sera della festa in piazza, e vicine di casa che – l’attività inizia già alle 7 del mattino – scambiano viveri con mia madre:

-“Rose’ che ti è rimasto un po’ di prezzemolo?”
– “Tieni ste’ pesche, Rose’, le ha raccolte uno di famiglia, il nipote aggiunto del cugino di sesto grado del mio consuocero. Sono dolcissime, puoi farci la marmellata ai wagliun e gliela fai portate a Bruxelles” (infatti, nel bagaglio a mano è comodo).

L’estate è casa mia. L’estate è Ischitella.

È il posto dove ho vissuto 19 anni consecutivi della mia vita. Che poi è anche lo stesso dove, per 19 anni consecutivi della mia vita, ho avuto voglia di scappare (riuscendoci).

Ho intrapreso viaggi, iniziato nuove avventure e fatto tanti traslochi. Ma mai una volta sono partita senza di lei. Almeno nel cuore e nella testa. Perché il paesello è la mia root. E ci sono momenti in cui vorrei avercelo addosso fisicamente per poter respirare quella libertà che sa di mare, sole, maratone di chiacchiere con le mie amiche adorate e di levatacce alle 4 del mattino, quando papà mi tirava giù dal letto per andare in campagna a fare la “salsa” e il mio compito era infilare sale e basilico nelle bottiglie.

La salsa (per me) è:
a. un ballo caraibico
b. il sangue finto nelle scene splatter di Tarantino
c. poter ascoltare ancora una volta la voce incazzata di papà che si sporca la camicia di sugo rosso inforcando gli spaghetti (n° 3 i suoi preferiti), mentre a me scappa da ridere

***Se hai scelto la risposta corretta, vinci un soggiorno di tre giorni a Ischitella per godere al meglio delle bellezze garganiche. Il tutto a tue spese.

L’estate addosso, sempre. Come quella che canta Lorenzo.
Solo che qui a Bruxelles, a volte sotto ci devo mettere il parka per scaldarmi meglio.
Come oggi che fa un po’ freddo.

Oggi vorrei mangiare gli spaghetti n°3 che schizzano sugo.

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...